Nessun commento

Home Staging. La sfida continua con due nuovi allestimenti

A pochi mesi dal nostro primo intervento di Home Staging, grazie all’intervento dell’architetto Elena di Sero di Sapere di Casa abbiamo completato altri due allestimenti in ambito residenziale: il primo in una villa singola a Montefiascone con splendido panorama sul Lago di Bolsena, il secondo, in un appartamento di nuova costruzione a ridosso delle mura di Viterbo.

Entrambe le proprietà erano ferme sul mercato da diverso tempo. Quindi abbiamo proposto ai proprietari di sfruttare uno degli strumenti di marketing immobiliare più efficace per mettere in luce le qualità degli immobili: l’home staging!

L'intervento alla villa vista Lago di Bolsena

Nel caso di Montefiascone, pur avendo usufruito delle strategie di vendita di diverse agenzie immobiliari, non si era stati in grado di contrastare lo stallo che purtroppo quotidianamente vediamo subire dalle seconde case.

La villa, costruita agli inizi del 2000, si presentava poco attraente negli spazi interni essendo ammobiliata con semplicità, ma con dei grandi punti di forza all’esterno: un giardino molto curato, la magnifica vista verso il Lago di Bolsena e un contesto tranquillo con privacy, ma non isolato. L’intervento di Elena di Sero si è basato sulla valorizzazione di ogni spazio, in particolare della zona giorno distinguendo l’ampia e funzionale zona pranzo dal soggiorno, impreziosito da un camino girevole, e il gradevole giardino d’inverno. Ecco un video che racconta tutte le fasi dell’intervento.

Video Home staging Montefiascone

L'intervento di via San Girolamo a Viterbo

Il caso del trilocale di via San Girolamo a Viterbo invece ha presentato altre particolarità che abbiamo cercato di descrivere attraverso un’intervista rilasciata dall’architetto Elena di Sero di Sapere di casa che si è occupata dell’allestimento.

Noi:

Quali sono state le linee guida che hai scelto di seguire per allestire la casa di via San Girolamo. Cosa ti ha ispirato?

Elena:

home staging via san girolamo

Nel progettare l’allestimento ho voluto rispettare il sapore classico e rustico dell’appartamento, per enfatizzare le sensazioni trasmesse da una casa nel centro storico: calore e accoglienza!

Il rosso mattone del nastro decorativo sulla parete e dei laterizi dell’arco presenti nell’ambiente di ingresso, ha guidato la scelta di utilizzare questo colore come fil rouge, è proprio il caso di dire, dell’allestimento, accompagnato ad una scala di grigi e al bianco.

Prima dell’Home Staging l’occhio del visitatore era attratto immediatamente dalla fascia decorativa, che otticamente dava la sensazione di un ambiente più basso.
Ora tutto è in perfetta armonia.
Arredi, decorazioni e illuminazione si fondono armoniosamente.

Noi:

Oltre a ricreare un ambiente armonioso, cosa credi abbia favorito l’intervento di Home Staging?

Elena:

home staging via san girolamo

L’Home Staging elimina l’imbarazzo per i visitatori che, entrando in un ambiente molto piccolo e spoglio, non riescono a comprendere la reale vivibilità degli spazi. Gli spazi sembrano sempre troppo piccoli e non funzionali. Se non si possiede l’occhio allenato riguardo le reali dimensioni del mobilio e dei complementi di arredo, entrando in un ambiente spoglio, ci si chiede: “ Chissà se entrerà il letto ci sta… così il divano o la libreria”.
Ora, grazie all’Home Staging, nell’ingresso/living del trilocale di via San Girolamo:

  • Sì, C’è spazio per poltrone o per un divano;
  • Sì, C’è spazio per un mobile TV;

Nella camera da letto:

  • Sì, c’è spazio per un letto matrimoniale;
  • Sì, posso utilizzare due comodini ed una poltrona fondo letto;
  • Sì, c’è possibilità anche di installare una cabina armadio.

L’ Home Staging diventa un supporto fondamentale anche per il visitatore: ogni spazio diventa di facile lettura per tutti.

Noi:

Ci spieghi in poche parole, come la disposizione degli ambienti dell’appartamento ti ha guidato nel progettare l’intervento di Home Staging?

Elena:

home staging via san girolamo

Il trilocale di via San Girolamo, oltre all’ingresso, all’ambiente della cucina, i due bagni e due magazzini separati, dispone di due ambienti individuabili come camere da letto.
Ho scelto di allestire una sola come camera da letto, completa di cabina armadio e bagno interno.
L’altra camera ho preferito allestirla come studio per due motivi:
1. uno studio è facilmente modificabile in una camera da letto singola, cioè il visitatore velocemente intuisce che quella potrebbe essere la seconda camera, gli arredi di uno studio, aiutano alla comprensione degli spazi anche se si decidesse di utilizzarla come camera da letto.
2. al tempo stesso, uno studio, è un ambiente adeguato per tutti coloro che non necessitano di una seconda camera.

Nello specifico di questo appartamento la scelta dell’allestimento a “studio” è anche dettata dalla posizione della stanza, in adiacenza al soggiorno e di fronte alla cucina. La funzione è più consona ed armoniosa con una zona giorno, ed offre concettualmente la visione, per chi lo desiderasse, di un ampliamento della zona soggiorno, mediante demolizione di tramezzature interne.

In sintesi, se l’allestimento di Viterbo avrà lo scopo tangibile di far emergere l’appartamento di via San Girolamo dalla massa delle proposte immobiliari in vendita nello stesso quartiere, l’Home Staging di Montefiascone sarà una vera sfida: riuscirà l’intervento di Elena a far superare la diffusa ritrosia nell’acquisto di case singole in uso come seconda casa?