Nessun commento

La Legge di Bilancio 2018: i principali aggiornamenti e novità riguardanti il settore immobiliare

Quali sono i principali aggiornamenti e novità contenuti nella legge di Bilancio 2018 per quanto riguarda il settore immobiliare?

 

  1. Sono previste sanzioni amministrative (da 3000 a 5000 euro) per gli agenti immobiliari non coperti da assicurazione per rischi professionali (art.1, c. 993).
  2. Prorogata per gli anni 2018 e 2019 l’aliquota al 10% della cedolare secca per i contratti a canone concordato (così come per i contratti agevolati stipulati nei Comuni sottoposti allo stato di emergenza) (art.1, c. 16).
  3. La detrazione Irpef prevista per gli studenti universitari sui canoni di locazione, vale per i periodi d’imposta dal 31/12/2017 al 31/12/2018 (art.1, cc. 23-24).
  4. I Comuni potranno replicare per l’anno 2018 – con espressa deliberazione del Consiglio comunale – la stessa maggiorazione della Tasi attuata per gli anni 2016 e 2017.
  5. Così come, sempre per il 2018, come già avvenuto per il 2016 e 2017, sarà possibile disporre la maggiorazione dello 0,8 x 1000 da parte dei Comuni per le abitazioni principali appartenenti delle categorie catastali A1, A8 e A9.
  6. Sono previsti contributi per interventi conservativi volontari su beni culturali di proprietà privata. Dal 1° gennaio 2019 i contributi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per interventi conservativi volontari su beni culturali di proprietà privata (definiti tali dall’art. 35 del Codice dei beni culturali (d.lgs. 42/’04), saranno concessi per un massimo di 10 milioni di euro per il 2019 e di 20 milioni di euro annui dal 2020 (art.1, comma 314).
  7. In caso di sottoscrizioni di assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate per unità immobiliari ad uso abitativo, si prevede che dall’Irpef possa essere detratto un importo pari al 19% dei premi (art. 1, comma 768).
  8. La pubblicità delle vendite giudiziarie immobiliari, gestite dagli uffici dei Tribunali competenti in materia di esecuzioni immobiliari, deve avvenire mediante i quotidiani cartacei più diffusi sul territorio nazionale e attraverso i siti web (art. 1, comma 1101).
  9. NON è stata prorogata la detrazione del 50% dell’IVA in caso di acquisto di beni immobili di classe energetica A e B. Tale agevolazione spetta pertanto solo in relazione agli atti stipulati entro il 31.12.2017 (art. 1, comma 56, L. 28 dicembre 2015, n. 208).
  10. Così come NON è stata prorogata la deduzione del 20% delle spese per acquisto di unità immobiliari di nuova costruzione a destinazione residenziale di classe energetica A o B destinate alla locazione (art. 21 D.L.n.133/2014).

 

Per maggiore approfondimento vi alleghiamo le agevolazioni fiscali (alcune prorogate, altre introdotte ex-novo dalla Legge di Bilancio 2018) in materia di ristrutturazioni edilizie, acquisto mobili, interventi di risparmio energetico, antisismici e sulla “sistemazione a verde” (ALLEGATO: Agevolazioni_fiscali_2018).