fbpx
Nessun commento

Cambiare casa: Affitto o compravendita?

assicurazione affitto

Quando si decide di cambiare casa bisogna scegliere se optare per l’acquisto di un immobile, oppure prendere una casa in affitto. Negli ultimi anni, a causa della crisi si è verificato un calo delle compravendite ed un aumento degli affitti (6% in più nel 2014). L’acquisto di una casa infatti richiede il più delle volte, specie per le giovani coppie, l’apertura di un mutuo, che nel nostro Paese spesso risulta alquanto complesso. Inoltre la crisi del mercato del lavoro con il conseguente “precariato”, non garantendo una sufficiente stabilità economica, rende difficoltoso e rischioso sia l’acquisto di un immobile che il pagamento di un mutuo o la richiesta di un prestito alla banca. Optare per una casa in affitto oggi, risulta essere dunque una scelta quasi forzata, e in taluni casi quasi più conveniente. Stipulare un contratto di locazione rappresenta infatti una scelta più flessibile ed economica. Ecco allora che le agenzie immobiliari devono sapersi adattare alle esigenze del mercato immobiliare, venendo incontro alle numerose richieste di affitto degli ultimi anni , ma soprattutto garantendo un affitto il quanto più sicuro possibile. Noi di Med-Imm sappiamo come prenderci cura dei nostri clienti, seguendoli passo, passo durante la stipula del contratto di locazione. Con il nostro servizio di assicurazione sull’affitto UCA (tutela affitto) ad esempio i proprietari possono garantirsi verso il mancato pagamento del canone di affitto, il risarcimento per danni e tutela legale fino ad un anno.

Per questo chi si affida a Med-Immobiliare nella scelta della propria casa, sia essa in vendita o in affitto fa sempre la scelta giusta!

Scegli Med-Immobiliare, il meglio per il tuo immobile!

Nessun commento

Come avere un giardino a prova di animale domestico?

Chi di noi possiede un animale domestico con molta probabilità lo considera a tutti gli effetti un vero e proprio membro di famiglia. Molti infatti sono i vantaggi del condividere la propria casa con un amico a quattro zampe: giocano, intrattengono e alle volte addirittura accudiscono i nostri bambini, ci tengono compagnia nei momenti di noia e, anche quando non vorremmo mettere fuori il naso da casa, ci obbligano a fare quattro passi all’aria aperta… e, bisogna ammetterlo, nonostante le nostre ritrosie, con una bella camminata la nostra mente è più distesa e il nostro cuore più allenato!

Alcune razze specifiche tra l’altro proteggono le nostre abitazioni da malintenzionati e ci avvertono nel caso di emergenze atmosferiche e non. Insomma il loro ruolo in casa è davvero insostituibile, dunque, come ogni membro della famiglia che si rispetti, anche loro si meritano una corretta e confortevole collocazione, un posticino tutto per loro nella nostra casa. Per il loro benessere bisogna creare uno spazio tenendo conto delle loro esigenze vitali: hanno bisogno di spazio sufficiente per giocare e scorrazzare in libertà da una parte all’altra, fare i loro bisognini, scavare una buca ogni tanto qua e là, ma anche per rilassarsi all’ombra.

Ecco dunque che per noi padroni avere una casa con giardino rappresenta la situazione ideale per i nostri amici a quattro zampe. Ma come accade in ogni buona convivenza, le aree del nostro giardino vanno delimitate molte chiaramente, in modo tale da poterne godere pacificamente sia noi che loro, senza doverci aspettare sgradevoli inconvenienti come il prato disseminato da buche o fiori e aiuole calpestate. Di seguito qualche utile consiglio per attrezzare al meglio il vostro giardino, a prova di quattro zampe.

 

cane recinto

  • Recintare le aree coltivate. Dalla classica rete, al muretto in pietra, scegliete voi con quale stile creare la vostra area recintata dove piantare e proteggere le vostre piante più delicate come i geranii, le margherite, le violette o le orchidee. Le recinzioni risulteranno molto utili anche per delimitare l’area designata per i bisognini o per evitare l’evasione dei nostri animali per strada o  nel giardino dei vicini. Ma attenzione anche a cosa si trova oltre la recinzione, bidoni , oggetti accatastati potrebbero infatti agevolare comunque il salto del cane, rendendo inutile anche la migliore delle recinzioni.

 

piante grasse da giardino

  • Optare per piante grasse e alberi da frutto. Se proprio non vogliamo rinunciare ad un giardino florido, nonostante il nostro amico a quattro zampe, sarebbe meglio piantarvi piante grasse o rampicanti (come l’edera ad esempio), alberi sempreverdi come il pino o l’abete,o alberi da frutto come il limone che non richiedono eccessive attenzioni, sono resistenti e garantiscono una piacevole ombra con le loro ampie fronde ai nostri amici a quattro zampe. Attenzione però ad evitare di piantare piante velenose, se non vogliamo rischiare che i nostri amici a quattro zampe le ingeriscano rischiando la vita. Alcune tra le più pericolose sono: Il papavero, il narciso e il lilium. Se possediamo dei gatti invece piantiamo nel nostro giardino dell’erba gatta, che loro possano masticare, aiutando la loro digestione.

 

innaffiare giardino

  • Innaffiare il prato ogni giorno. Se il nostro animale domestico fa ancora la pipi sul prato, come può accadere nel caso dei cuccioli ad esempio, sarebbe opportuno innaffiare quotidianamente il prato, per evitare che l’urina, contenente ammoniaca, possa bruciarlo.

 

cucciolo cane gioco giardino

  • Distribuire sul prato dei giochi, tunnel e passerelle, per farlo divertire e per tenersi sempre in forma. Molto utile anche posizionare una sabbiera, dal duplice scopo a seconda se possediamo un cane o un gatto, i nostri cani infatti ci scaveranno volentieri una buca o ci nasconderanno qualcosa, mentre i nostri gatti ci lasceranno molto probabilmente un bisognino, scambiandola per un’enorme lettiera.

 

gatto vaschetta acqua

  • Creare un’area dove trovare acqua fresca. I nostri amici a quattro zampe, specie d’estate, hanno bisogno di rinfrescarsi e bere molta acqua. Dunque mai far mancare una vaschetta di acqua fresca o ancora meglio una fontanella o una piscina tutta per loro, dove sguazzare nelle ore più calde.

 

Questi sono dunque alcuni consigli in generale su come organizzare il proprio giardino se si ospita un animale domestico, ma che sia cane o che sia gatto, ognuno di loro cosi’ come ogni essere umano  ha un proprio carattere e temperamento. Sta a noi trovare il modo giusto per assecondarlo, garantendo una piacevole e duratura convivenza nella nostra casa fatta di amore reciproco e fedeltà.

Che aspettate allora, venite a trovarci, troveremo la giusta abitazione per voi e i vostri amici a quattro zampe!

 

 

Nessun commento

Casa Vastu, Feng Shui per vivere in armonia la propria casa

Il Metodo Vastu per vivere meglio nelle nostre case.

Casa Vastu o Feng Shui è una disciplina del costruire e dell’abitare nata in India 5000 anni fa, si occupa della relazione tra l’individuo e il suo spazio vitale, la casa. Secondo il “Vastu”, che significa “spazio”, la casa deve rappresentare uno spazio energetico di armonia e positività per influenzare la mente e di conseguenza anche il comportamento umano.

Alla base del Vastu c’è la consapevolezza che come il Sole, il movimento dei pianeti e il campo magnetico della Terra influiscono sul nostro Pianeta, così ne viene condizionato quel “micro-cosmo” rappresentato dalle nostre case. Dunque, un’abitazione, se progettata e orientata secondo il Casa Vastu, può assorbire energia positiva in armonia con il Cosmo, garantendo il benessere dei suoi abitanti. Mentre, nel caso di una casa già costruita, il Vastu insegna anche come correggere eventuali errori di progettazione che possono impedire alle energie positive di fluire correttamente.
Oggi il Vastu, da antico “yoga dell’abitare”, è un prezioso metodo utilizzato da architetti e interior designer per costruire edifici e ristrutturare complessi architettonici.

Secondo il Vastu la casa dovrebbe essere di forma regolare, ad esempio quadrata o rettangolare, per fare in modo che lo spazio venga suddiviso in maniera equilibrata. Con l’ausilio di una bussola deve essere determinato il nord in cui porre l’ingresso dell’abitazione. Le camere dovrebbero essere posizionate a sud. Il bagno invece preferibilmente a nord, nord-ovest, e la cucina a sud-est o a nord-ovest.
Molto importante lasciare vuoto o comunque libero da impedimenti che non lascino fluire l’energia positiva, il centro dell’abitazione, l’ideale sarebbe crearvi un piccolo giardino interno, come si usava nell’Antica Roma. I pavimenti dell’abitazione dovrebbero essere in materiali naturali come il legno, il marmo, la ceramica o terracotta per permettere il fluire dell’energia positiva.

Per quanto riguarda i tessuti d’arredamento, questi dovrebbero essere costituiti da tende di colore chiaro nelle camere da letto, più scure in altri ambienti come il salotto e la sala da pranzo.

Fondamentale nel metodo Vastu anche la disposizione dei mobili: il divano andrebbe collocato di fronte l’entrata della stanza come segno di accoglienza e ospitalità, con lo schienale rivolto verso la parete, inoltre è sconsigliabile posizionare gli specchi dinanzi il letto, perché disturberebbero il sonno, ma si suggerisce invece di posizionarli in zone della casa in cui possono ampliare lo spazio con un effetto ottico. In cucina il Casa Vastu consiglia di distinguere area “fredda”(energia yin) in cui tenere ad esempio frigorifero e lavello da area “calda” (yang) in cui posizionare i fornelli e gli elettrodomestici. Nella zona studio, la presenza di un acquario attira fortuna economica e prosperità.
Riassumendo, il metodo Casa Vastu/Feng Shui distingue l’abitazione in “zone” secondo i punti cardinali e vi associa un determinato elemento (acqua, terra, fuoco, legno, metallo) e ambiente. Vediamole insieme:
Zona Nord: Acqua, Camera da letto
Zona Nord- Est: Terra, Area Lettura
Zona Est: Legno, Salotto
Zona Sud-Est : Legno, Studio/Ufficio
Zona Sud: Fuoco, Cucina
Zona Sud-Ovest: Terra, Camera da letto matrimoniale
Zona Ovest: Metallo, Camera bambini o persone anziane
Zona Nord-Ovest: Metallo, Ufficio

Ora che ne sapete un po’ di più di questa millenaria disciplina orientale per vivere la vostra casa, prendete una bussola (o scaricate l’app ), stabilite qual è il nord e provate ad applicare i dettami del Casa Vastu anche nelle vostre abitazioni. Ne guadagnerete in benessere ed armonia per la vostra mente e il vostro spazio vitale.

Nessun commento

La Tuscia e i suoi comuni tra turismo ed enogastronomia

Con il termine Tuscia i Latini definivano la Terra abitata dagli Etruschi ovvero un’area estesa tra la Toscana, l’Umbria e il Lazio settentrionale che si declina in spiagge, campagne, zone montuose e lacustri.

Ad oggi la Tuscia corrisponde al territorio che si estende per tutta la provincia di Viterbo nel quale spiccano comuni e aree archeologiche come Tarquinia, Tuscania, Castel d’Asso, Norchia, Sutri e Ferento.

La Tuscia è una terra che molto ha da offrire sia dal punto di vista paesaggistico che storico-artistico e architettonico ricca com’è di borghi affascinanti come la famosa Civita di Bagnoregio, arroccata su uno sperone di tufo, o le meravigliose dimore storiche delle quali citiamo solo i due gioielli tardo rinascimentali di Villa Lante a Bagnaia e Palazzo Farnese a Caprarola, parchi naturalistici e storico come il Parco dei Mostri di Bomarzo.

La Tuscia è inoltre un territorio termale dalle enormi potenzialità, merito delle sorgenti di acqua sulfuree dalle proprietà terapeutiche note fin dall’antichità e oggi rinomate anche all’ estero. E poi ancora i laghi vulcanici di Vico e Bolsena, il più grande d’Europa.

Nel descrivere le bellezze della Tuscia non può essere tralasciato un altro elemento di attrattiva del turismo nazionale e internazionale: l’enogastronomia. Grazie alla produzione di olio, vino e nocciole, la Tuscia si distingue e ottiene riconoscimenti di caratura internazionale. L’offerta turistica comprende inoltre numerosi eventi, dalla tradizionale festa del 3 settembre con il trasporto della macchina di Santa Rosa, a eventi culturali come Caffeina e cinematografici come il Tuscia Film Festival.

La fama delle bellezze della Tuscia in questi ultimi anni ha superato i confini nazionali soprattutto grazie ad investimenti in comunicazione e marketing e a iniziative digitali come l’app “visitViterbo” e una promozione territoriale sostenuta da imprese private, strumenti con i quali alcuni operatori turistici di Francia, Germania Svizzera e Inghilterra hanno trovato nella Tuscia un redditizio prodotto, emblema del “vivere all’italiana”. Si è formata infatti una rete promozionale costituita da sei Camere di Commercio Italiane all’estero (tra cui Londra, Marsiglia, Francoforte e Lione). Negli ultimi anni si è verificato un incremento del turismo nella Tuscia e in particolare nel suo capoluogo Viterbo dove, oltre ai turisti italiani (la maggior parte dei quali provenienti dalla vicina Roma) che amano trascorrere qualche settimana di relax termale, è stato riscontrato un aumento dei turisti stranieri, i quali secondo i sondaggi visitano le bellezze della Tuscia per qualche giorno nel fine settimana (5 giorni/4 notti nel caso dei gruppi) preferendo la zona del Lago di Bolsena. Così i servizi di alloggio e ristorazione hanno registrato un incremento dell’1,6% mentre i servizi di informazione e comunicazione sono cresciuti del 3,2%. Dunque la Tuscia, terra degli Etruschi, già conosciuta ai tempi dei Latini per essere ricca di risorse naturali e culturali, continua ad essere ancora oggi una rinomata meta turistica.

FONTI: Etruscan Life, Camera di Commercio di Viterbo, Lafune.it