fbpx
Nessun commento

COME COMPRARE UN TERRENO AGRICOLO?

Il tuo sogno è acquistare un terreno agricolo ma non disponi dei fondi necessari?

Tra le soluzioni possibili c’è l’accesso ai finanziamenti erogati dall’istituto Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), un ente pubblico economico nazionale con sede a Roma che offre un ampio ventaglio di servizi di natura finanziaria per le aziende agricole, rivolgendo un’attenzione particolare ai giovani under 40 che si insediano per la prima volta nel mondo dell’agricoltura.

Le Start up che possono accedere ai finanziamenti agevolati Ismea sono costituite da micro, piccole e medie imprese con a capo giovani imprenditori agricoli, sia imprenditori agricoli professionali (IAP) che coltivatori diretti, per le quali, in caso di primo insediamento, è previsto un contributo in conto interessi che può arrivare fino a 70 mila euro.(A)

Quelli messi a disposizione dell’Ismea, sono fondi molto difficili da ottenere poichè l’iter per effettuare la domanda è piuttosto articolato con stringentissimi paletti che limitano l’accesso ai finanziamenti, tempi tutt’altro che brevi contando la fase di reperimento dei documenti di cui l’istituto necessita per consentire di presentare la pratica e i tempi previsti dai tecnici Ismea per analizzare la fattibilità del finanziamento passano diversi mesi, nell’ultimo anno ridotti da 12 a 6/8 mesi!

Più volte all’anno, a seconda delle disponibilità economiche e della quantità di richieste, l’Ismea apre un bando, suddiviso per macro aree (solitamente nord, centro e sud Italia), una finestra, così è definito il portale al quale si può accedere dal sito dell’istituto e che consente a chi possiede la documentazione completa di compilare la domanda direttamente online.

Una volta presentata la domanda questa viene analizzata dai tecnici dell’istituto e al termine dell’istruttoria viene stilato un elenco nel quale le domande sono suddivise tra: ammesse, ammesse ma non finanziabili e non ammesse.

La formula con la quale Ismea finanzia l’acquisto di fondi agricoli (terreni e fabbricati) è quella della vendita con patto di riservato dominio, che consente un pagamento rateale del prezzo finanziato per un periodo massimo di 30 anni. L’investimento deve essere compreso tra 250 mila euro e 2 milioni di euro.
Per investimenti al di sopra dei 2 milioni di euro è possibile accedere ad un mutuo agevolato.
Per importi compresi tra i 100 mila e i 250 mila euro possono essere finanziate solo operazioni di arrotondamento della proprietà, sempre attraverso mutui agevolati.

L’ISMEA  ha pubblicato ad aprile il bando 2017 relativo alle agevolazioni per l’insediamento di giovani in agricoltura.

Il bando 2017 è scaduto il 12 maggio 2017 e in molti sono in attesa della prossima finestra che dovrebbe essere aperta all’inizio del 2018 ma potrebbe anche essere anticipata a fine 2017.

Per quanto sia difficile accedere ai finanziamenti Ismea, vi ricordiamo dei dati di riferimento:

  1. il valore della garanzia sussidiaria ismea ammonta a 13,3 milioni di euro;
  2. le proprietà terriere finanziate da Ismea si aggirano intorno ai 610.000 euro in media;
  3. la dimensione media delle aziende finanziate da Ismea è di 27 ettari;

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e per ricevere suggerimenti sui nominativi di tecnici agronomi specializzati nel presentare domande all’Ismea, vi invitiamo ad inviarci una email.

 

A. Per conoscere i requisiti necessari per accedere ai finanziamenti, così come definito nell’ultimo bando per l’insediamento dei giovani in agricoltura messo a disposizione direttamente dal sito Ismea, vi invitiamo a scaricare il  pdf (PDF BANDO GIOVANI AGRICOLTURA ISMEA)

Nessun commento

Drone Eye International: servizio video e foto con drone professionale

Drone Eye International è il nostro ultimo arrivato tra i servizi di marketing immobiliare che mettiamo a disposizione dei nostri clienti proprietari e acquirenti.

Con il servizio di video e foto con il drone, valorizziamo le grandi proprietà immobiliari ed effettuiamo riprese in tutta Italia e in particolare nel Lazio, Umbria e Toscana utilizzando il nostro drone avanzato, l’ENTERPRISE 001, certificato dall’Enac.

L’idea di utilizzare un drone, un piccolo velivolo comandato a distanza, per mostrare a pieno e in poco tempo, le proprietà di cui trattiamo la vendita è nata qualche anno fa quando ci siamo resi conto che usare le viste catturate da Google Earth non era più sufficiente per raccontare ai clienti le caratteristiche delle grandi proprietà agricole di cui proponevamo la vendita.

Infatti, realizzare una panoramica con vista dall’alto, non solo risulta più veloce ed immediato, ma ha il potere di immergere lo spettatore nel contesto del luogo, mostrando la complessità del paesaggio con un’efficacia molto più esaustiva di tante foto tradizionali.

Se questo servizio nasce per le grandi aziende agricole, nel nostro studio ha trovato applicazione anche nel campo delle ville e dei casali per i quali spesso racconta la vicinanza alla rete viaria, la distanza dai servizi o dalle abitazioni limitrofe, non ultimo lo stato di conservativo delle coperture.   

Insomma una vera e propria visita guidata che si può fare stando seduti comodamente sul divano di casa propria.

Video servizio drone

Nessun commento

CREARE UN GIARDINO DENTRO CASA? QUALCHE SUGGERIMENTO!

Chi di noi ha mai sognato una casa in mezzo al verde, circondata da un bellissimo giardino, uno spazio all’aria aperta dove respirare a pieni polmoni? Se non disponete di una casa con giardino, con balconi o terrazzi, realizzare un piccolo angolo di verde in casa può risultare semplice ed economico, ma soprattutto molto divertente. Volete sapere come? Basta un po’ di riciclo creativo e amore per la natura. Non è necessario inoltre essere un pollice verde per coltivare una piccola oasi di verde dentro casa: esistono infatti delle piante che non hanno bisogno di molta luce (la Gemma di Zanzibar ad esempio) o di molta acqua (come l’Albero di Giada o lo Spatifillo). Se poi invece siete proprio pigri o non avete tempo di occuparvi delle piante, ci sono sempre i cactus. Per creare il vostro giardino indoor potete ispirarvi allo stile che più si adatta alla vostra casa: dal design moderno e tecnologico, allo stile zen, tipico della filosofia orientale Vastu, in cui sorge spesso una fontana. L’artista, giardiniere e designer olandese Fedor Van der Valk ispirandosi ai giardini giapponesi, ha inventato gli “string Garden“, veri e propri giardini “sospesi nell’aria”, in cui le piante rimangono infatti sospese nell’aria tramite fili di nylon con le radici unite in piccole sfere di muschio e terra. Il successo di questi giardini pensili, definiti “arte verde“, ha contagiato gli appassionati di interior design, che hanno cominciato a realizzarli per coltivare in casa piante da fiore o da frutto. Inoltre un giardino interno si adatta a qualsiasi ambiente della casa e non ha soltanto valenza decorativa ed estetica, ma arreca anche effetti benefici per la salute. Costituiscono infatti una preziosa riserva di ossigeno, purificano l’aria e alcune piante possono anche allontanare gli insetti.

Ecco di seguito alcune idee creative per ricreare il vostro piccolo giardino dentro casa:

Parete attrezzata piante aromatiche
fonte www.ispirando.it

VASETTI DI VETRO PER LE ERBE AROMATICHE

Avete mai provato a coltivare le erbe aromatiche della cucina nei vasetti di vetro della Nutella o della marmellata? Darà un tocco green alla vostra cucina aromatizzandola piacevolmente.

 

giardini interni riciclo cassettiera
fonte www.tuttogreen.it

CASSETTIERA DI PIANTE GRASSE

Basta una vecchia cassettiera o mobile di legno per creare un’originale composizione di piante grasse. Un modo intelligente e creativo per riciclare e arredare la vostra casa.

 

giardino interno riciclo bottiglie plastica
fonte www.tuttogreen.it

VASI DA PARETE CON BOTTIGLIE DI PLASTICA

Anche una bottiglia di plastica può trasformarsi in un insolito vaso da parete per le vostre piantine. A seconda di come viene incisa la plastica della bottiglia, potrete creare diverse tipologie di vasi da appendere alla parete anche con una rete in sospensione.

 

giardino interno riciclo cornice di legno
fonte www.guidagiardino.com

QUADRO VERDE

Per realizzarlo basta inserire del terriccio e una piccola rete in una cornice portafotografie, nei fori della rete verranno inserite le piante grasse. La cornice può essere appesa alla parete o posizionata su un piano da appoggio.

 

giardini interni parete
fonte mondodesign.it

PARETI A PIANTE D’ARIA

Una parete attrezzata con un pannello di legno decorato con delle piante d’aria, una specie particolare di piante senza radice, molto semplici da coltivare. Un modo originale per decorare e rinfrescare le pareti di casa con stile .

 

giardini interni fioriera riciclo maglione
fonte www.guidagiardino.com

 

FIORIERE DI FELTRO

Con il feltro di un vecchio maglione potete realizzare dei sacchettini di terra, per le piante o per piantare i semi. Il tessuto infatti permette che le piante abbiano un buon drenaggio.

Questi sono alcuni esempi di come realizzare un piccolo giardino dentro casa. Allora, cosa aspettate a dare sfogo alla vostra creatività per realizzare la vostra oasi domestica?

Altrettanto interessante, ma decisamente più difficile da attuare col fai da te, è l’impiego del verde nel campo dell’edilizia.

parete esterna palazzo verde
fonte www.guidagiardino.com

PARETE ESTERNA DI ARTE VERDE

Nell’edilizia contemporanea, la bioarchitettura o architettura sostenibile, destina a verde spazi vitali e poco utilizzati come i tetti degli edifici. Così, sempre più spesso scorgiamo nelle nostre città edifici con intere superfici ricoperte di piante che non solo riducono l’impatto sull’ambiente circostante ma talvolta diventano rifugio di molte specie animali. Un mix tra delle moderne opere d’arte e dei nidi!

Nessun commento

MI COMPRATE LA CAMERETTA?

Quante volte i nostri figli ci hanno supplicato di dedicare loro un’intera stanza della casa, uno spazio privato da non condividere con i propri fratelli o sorelle? A Settembre, con l’inizio delle scuole, questa necessità sembra accentuarsi.

In questo momento dell’anno i grandi riprendono a pieno ritmo il lavoro mentre i piccoli ricominciano a trascorrere la maggior parte del tempo tra i banchi di scuola, e inevitabilmente, in tutte le famiglie con bambini in età scolare, si presenta l’esigenza di adeguare lo spazio domestico alla loro crescita.

Un bambino che va a scuola avrà bisogno di una cameretta in cui sentirsi a proprio agio quando studia, suona, gioca, riposa, insomma uno spazio vivibile negli anni, che si adegui alle necessità di ogni età. Noi di Immobiliare Med–Imm questo lo sappiamo bene e vi vogliamo dare qualche consiglio per regalare ai vostri piccoli una cameretta da sogno.

  1. SISTEMARE LA SCRIVANIA DI FRONTE LA FINESTRA

Uno degli aspetti fondamentali per avere una camera confortevole è che sia luminosa, possibilmente di luce naturale.  L’area dove i nostri bambini realizzeranno i primi disegni, dove impareranno a scrivere e a risolvere problemi di matematica, dovrebbe essere collocata in corrispondenza di una finestra, che possa illuminare la scrivania, posta preferibilmente in posizione frontale. In questo modo infatti non si faranno ombra con il proprio corpo e, in futuro, lo schermo del pc non verrà oscurato dal riflesso del sole, che ne impedirebbe una visione corretta.

 

  1. POSIZIONARE LE LAMPADE SUL LATO OPPOSTO A QUELLO DELLA MANO CHE SCRIVE

Sempre in tema illuminazione, la luce artificiale, in particolare le lampade da scrivania, dovrebbero essere posizionate in maniera opposta alla mano con cui si scrive. Così la luce artificiale verrà proiettata direttamente sul foglio senza l’ombra della mano.

 

  1. POSIZIONARE LO SCHERMO DEL PC ALMENO A 60 CM DAL VOLTO

Quando i nostri figli inizieranno ad avere libero accesso ai computer, assicuriamoci che posizionino lo schermo parallelamente agli occhi e ad una distanza minima di 60 cm dal volto, affinchè non affatichino eccessivamente la vista. Per proteggere ulteriormente gli occhi dai raggi emessi dalla luce dello schermo, esistono delle app per pc che regolano la luce dello schermo a seconda della luce naturale (passare le ore serali davanti al pc è infatti più pericoloso per gli occhi), noi vi consigliamo questa, https://justgetflux.com/, gratuita e molto utile.

 

  1. OPTARE PER MOBILI DAI COLORI NEUTRI

Quando scegliete la cameretta per i vostri bambini non fatevi sempre convincere dalle loro scelte di stile o dai lori capricci (per quanto sia molto difficile), sono bambini e le loro scelte sono dettate dall’istinto e dal momento, quello che oggi trovano bello, tra un anno potrebbe già essere noioso. Non esagerate dunque con il colore e con mobili troppo pretenziosi, scegliete ad esempio una scrivania dalle tonalità chiare e riposanti. Ricordatevi che la cameretta deve “crescere” con loro e non essere cambiata ogni due anni. Se poi un giorno, in piena rivoluzione adolescenziale dovessero trovare le pareti troppo “anonime” potranno sempre ripitturarle come loro desiderano o utilizzare degli stickers che hanno il grande pregio di essere facilmente asportabili.

 

  1. POSIZIONARE SEDIE REGOLABILI

Se i nostri bambini passano le ore a studiare è importante che la loro postura sulla sedia sia corretta, sarebbe dunque opportuno predisporre di sedie che siano regolabili a seconda dell’altezza della scrivania, per non affaticare la colonna vertebrale.

 

  1. SCEGLIERE MOBILI COMPONIBILI O A SCOMPARSA

Quando la cameretta non è molto grande, specie se condivisa da più bambini, un’ottima soluzione salvaspazio potrebbero essere i mobili componibili o a scomparsa, così da trasformare l’area studio in area relax con pochi veloci gesti. Molto frequenti, anche grazie alle grandi aziende di mobili low cost che negli ultimi anni hanno trasformato l’arredo delle nostre case, sono i tradizionali letti a castello o i più moderni letti a soppalco, in entrambi i casi il letto superiore risulta piuttosto difficile da rifare ma si acquisisce tanto spazio vitale nel resto della stanza.

 

Questi sono alcuni semplici consigli per adattare le camerette dei nostri bambini. Naturalmente ogni bambino, come ogni persona ha esigenze specifiche e un’individualità da assecondare e stimolare, certo è che la cameretta deve piacere anzitutto a loro. Allora fatevi consigliare e non mancate di condividerci le vostre camerette.

Se poi doveste decidere di non improvvisarvi interior designer, venite a trovarci in ufficio, vi proporremo nuove soluzioni residenziali con una camera in più!

Nessun commento

XIV Congresso Nazionale FIAIP

Nei prossimi 21-22-23 settembre, si svolgerà il XIV Congresso Nazionale FIAIP all’interno della prestigiosa cornice del Palazzo della Gran Guardia di Verona.

In sede di congresso si elaboreranno gli obiettivi e le strategie per il futuro della più grande categoria di agenti immobiliari professionali d’Italia.

Il XIV Congresso in particolare, citiamo il presidente Paolo Righi, “Sarà un congresso di grandi cambiamenti e di rinnovamento, molti dirigenti infatti hanno già svolto i due mandati consecutivi consentiti dallo statuto e nell’ottica di un ricambio anche generazionale,  ci ritroveremo ad eleggere i nuovi dirigenti”.

 

Per i colleghi e gli interessati alla nostra attività federativa consigliamo di approfondire http://congresso2017.fiaip.it/.