fbpx
Nessun commento

GLI APPUNTAMENTI DEL 2018: LE FIERE INTERNAZIONALI

Nei primi mesi del 2018 avrà inizio il progetto Sharing Tuscia, un progetto di promozione su scala internazionale della Tuscia, territorio ricco di paesaggi incantevoli, eccezionali prodotti enogastronomici in una straordinaria cornice disposta tra la Toscana e Roma.

Nonostante la Tuscia non appartenga alle mete gradite dai grandi flussi del turismo organizzato, è un territorio in grado di indurre un enorme impatto emotivo. Affinché possa diventare rinomata come altre regioni e città italiane, Stefano Emili, fondatore dell’Immobiliare Med-Imm, ritiene di dover puntare sulla combinazione della presentazione di proprietà immobiliari rappresentative della Tuscia con la promozione delle eccellenze enogastronomiche e artistico-culturali usando come volano alcune realtà locali già proiettate verso mercati internazionali (come ad esempio Civita di Bagnoregio).

Per ottenere questa visibilità Emili ha deciso di puntare sulla partecipazione alle fiere internazionali legate al comparto immobiliare (senza dimenticare le fiere del turismo, del gusto e del life style) così da ottenere una fidelizzazione in loco dei clienti e buyer stranieri con cui si entra in contatto in modo diretto.

L’idea fondante del progetto è di portare un “pezzetto” di Tuscia all’estero utilizzando dei tasting corner, delle presentazioni video e visite virtuali arricchite da esperienze immersive all’interno degli immobili.

Ci piace sottolineare come gli operatori immobiliari siano i primi promotori turistici per i clienti stranieri: non si può pensare di raccontare le vicende di un immobile e le sue tecniche costruttive, prescindendo dal suo contesto. Per colpire la sfera emotiva dei buyer c’è bisogno del giusto tempo e impegno nel far vivere l’emozione della scoperta dell’immobile e del suo territorio.

Tra le fiere più importanti individuate non potevano mancare A PLACE IN THE SUN che si svolge ogni primavera a Londra nel quartiere Olympia, sempre a Londra il doppio appuntamento in primavera e autunno di THE PROPERTY INVESTOR & HOMEBUYER SHOW, così come la fiera di Cannes il MIPIM, l’INTERNATIONAL PROPERTY SHOW di Dubai e le due manifestazioni moscovite dell’INVEST SHOW e del MPIRES.

Nessun commento

La rubrica dei consigli immobiliari: acquistate con il mutuo! Vi spieghiamo perché!

Inauguriamo la rubrica dei consigli immobiliari per il 2018 con una frase che ci troviamo spesso a pronunciare con i nostri amici e soprattutto nel dare suggerimenti ai nostri clienti: scegliete di acquistare con un mutuo! Dateci retta, perché?

  1. Perché non è mai stato così conveniente acquistare casa
  2. Perché ricevere soldi in prestito da una banca per acquistare una prima casa non è mai stato così facile e soprattutto conveniente.

La congiunzione del mercato è decisamente favorevole perchè prevede dei valori al metro quadro molto minori di 10 anni fa, il che significa che i tecnici delle banche erogatrici che stimano l’immobile da sottoporre a mutuo, non trovano quasi più difficoltà a coprire l’80% dell’importo della compravendita. Anni fa, oltre a riscontrare una generalizzata ritrosia degli istituti bancari ad erogare mutui, abbiamo più volte rischiato di veder capitolare delle compravendite a causa di un prezzo pattuito più alto delle stime bancarie.

Ora le banche sono favorevoli ad erogare mutui, i prezzi di stima e di stipula coincidono ma soprattutto le banche propongono tassi decisamente convenienti.

Fermo restando la condizioni discriminanti per la richiesta di un mutuo: uno stipendio adeguato* per coprire la rata del mutuo e un piccolo risparmio per raggiungere il 100% del valore dell’immobile, le banche propongono tassi fissi che non raggiungono il 2%!

 

Auxilia_Mutuo_ipotecario

Nell’inserto L’Economia del Corriere della Sera con un approfondimento intitolato “viaggio nel potere d’acquisto”, Gino Pagliuca ha ipotizzato di destinare il 30% dello stipendio di un dipendente pubblico desideroso di accendere un mutuo a 20 anni a tasso fisso per l’acquisto di una casa a Milano (ad esempio) e ha scoperto che nel 2007 avrebbe potuto finanziare l’acquisto di 26 mq, oggi invece ne potrebbe acquistare ben 53! Con un incremento del potere di acquisto del 105,7%! Questi confronti sono applicabili in tutto il territorio italiano. Questo significa che oggi si può comprare il doppio di casa rispetto a 10 anni fa.

Senza contare che, sempre rispetto al 2007, bisogna disporre di una somma minore in contanti!

Quindi non aspettate ancora, cercate la casa dei vostri sogni e acquistatela, ma soprattutto acquistatela con mutuo: la rata sarà più bassa e senza dubbio più funzionale rispetto ad un canone di affitto!

 

Fonte: G. Pagliuca, Comprare casa adesso conviene, in L’Economia, Corriere.it, 08/01/2018.

Nessun commento

La Legge di Bilancio 2018: i principali aggiornamenti e novità riguardanti il settore immobiliare

Quali sono i principali aggiornamenti e novità contenuti nella legge di Bilancio 2018 per quanto riguarda il settore immobiliare?

 

  1. Sono previste sanzioni amministrative (da 3000 a 5000 euro) per gli agenti immobiliari non coperti da assicurazione per rischi professionali (art.1, c. 993).
  2. Prorogata per gli anni 2018 e 2019 l’aliquota al 10% della cedolare secca per i contratti a canone concordato (così come per i contratti agevolati stipulati nei Comuni sottoposti allo stato di emergenza) (art.1, c. 16).
  3. La detrazione Irpef prevista per gli studenti universitari sui canoni di locazione, vale per i periodi d’imposta dal 31/12/2017 al 31/12/2018 (art.1, cc. 23-24).
  4. I Comuni potranno replicare per l’anno 2018 – con espressa deliberazione del Consiglio comunale – la stessa maggiorazione della Tasi attuata per gli anni 2016 e 2017.
  5. Così come, sempre per il 2018, come già avvenuto per il 2016 e 2017, sarà possibile disporre la maggiorazione dello 0,8 x 1000 da parte dei Comuni per le abitazioni principali appartenenti delle categorie catastali A1, A8 e A9.
  6. Sono previsti contributi per interventi conservativi volontari su beni culturali di proprietà privata. Dal 1° gennaio 2019 i contributi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per interventi conservativi volontari su beni culturali di proprietà privata (definiti tali dall’art. 35 del Codice dei beni culturali (d.lgs. 42/’04), saranno concessi per un massimo di 10 milioni di euro per il 2019 e di 20 milioni di euro annui dal 2020 (art.1, comma 314).
  7. In caso di sottoscrizioni di assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate per unità immobiliari ad uso abitativo, si prevede che dall’Irpef possa essere detratto un importo pari al 19% dei premi (art. 1, comma 768).
  8. La pubblicità delle vendite giudiziarie immobiliari, gestite dagli uffici dei Tribunali competenti in materia di esecuzioni immobiliari, deve avvenire mediante i quotidiani cartacei più diffusi sul territorio nazionale e attraverso i siti web (art. 1, comma 1101).
  9. NON è stata prorogata la detrazione del 50% dell’IVA in caso di acquisto di beni immobili di classe energetica A e B. Tale agevolazione spetta pertanto solo in relazione agli atti stipulati entro il 31.12.2017 (art. 1, comma 56, L. 28 dicembre 2015, n. 208).
  10. Così come NON è stata prorogata la deduzione del 20% delle spese per acquisto di unità immobiliari di nuova costruzione a destinazione residenziale di classe energetica A o B destinate alla locazione (art. 21 D.L.n.133/2014).

 

Per maggiore approfondimento vi alleghiamo le agevolazioni fiscali (alcune prorogate, altre introdotte ex-novo dalla Legge di Bilancio 2018) in materia di ristrutturazioni edilizie, acquisto mobili, interventi di risparmio energetico, antisismici e sulla “sistemazione a verde” (ALLEGATO: Agevolazioni_fiscali_2018).
Leggi di più